EMD112 - Prodotti e Formazione Salvavita

Immagine rappresentativa

Volontario CRI a Rimini vede la notifica sull’APP Dae RespondER e salva un uomo in arresto cardiaco

Anche il defibrillatore più vicino è stato segnalato dall’APP

L’evento si è verificato ieri, giovedì 20 Luglio 2023 a Viserba (RI), comune di circa 8.500 abitanti a circa 3-4 Km a nord di Rimini.

Lorenzo Lunadei, 22 anni, era appena rientrato in casa, quando alle 15.21 sul suo smartphone si è attivato l’alert dell’applicazione DAE RespondER che ha segnalato la presenza di una persona colpita da arresto cardiaco a meno di quattro minuti di distanza.

Lorenzo, volontario della Croce Rossa Italiana di Rimini, si è attivato subito, recuperando prima il defibrillatore nella farmacia più vicina (segnalato dall’APP), recandosi subito dopo nella posizione segnalata dall’APP, ovvero la zona industriale di Viserba, dove in quel momento un camionista si trovava il camionista privo di conoscenza mentre si trovava sul suo furgone.

L’uomo era andato in arresto cardiaco.

Il defibrillatore ha segnalato di procedere con l’erogazione della scarica, in seguito alla quale ha iniziato a praticare il massaggio cardiaco.
Sul posto è quindi arrivato anche l’equipaggio di Romagna Soccorso.

I sanitari hanno intubato il paziente, il quale nel frattempo aveva ripreso a respirare pur rimanendo incosciente. Inoltre è stata somministrata la terapia farmacologica e in seguito è stato trasportato d’urgenza in pronto soccorso. L’uomo è stato operato e al momento risulta essere fuori pericolo.

Un sistema che funziona, da prendere come riferimento e estendere in tutte le regioni, province e comuni.

Abbiamo già parlato dell’APP DAE RespondER, in 2 occasioni, a dicembre 2017 poco dopo il suo lancio (quando contava circa 300 utilizzatori), e  recentemente, a marzo 2023 (con 15.000 utilizzatori).

Sappiamo che i mezzi di soccorso del 118 e delle associazioni di volontariato (CRI, ANPAS, Misericordia, ..) difficilmente riesco a raggiungere il soggetto entro i 10 minuti dall’insorgere dell’arresto cardiaco (che richiede prima l’attivazione dei primi soccorritori e la chiamata alla centrale del 118, che a sua volta attiverà i mezzi del 118 e i mezzi dei volontari).

Sappiamo inoltre che senza un massaggio cardiaco e in generale un RCP non particolarmente efficacie, il tempo utile per salvare una vita senza nessuna conseguenza data dall’ipossia celebrale, è di soli 4-5 minuti.

Diviene quindi fondamentale che:

  1. Si attivino soccorritori sul posto appena verificatosi l’evento, prima dell’arrivo dei sanitari e dei volontari
  2. Vi sia un defibrillatore disponibile nelle immediate vicinanze (e la possibilità di individuarlo e reperirlo facilmente)
  3. Un plus sicuramente è trovare first responder preparato. Il primo soccorritore qualora abbia familiarità con le manovre di primo soccorso, rcp, blsd, saprà sicuramente accorciare i tempi di reazione e essere maggiormente efficace. E’ bene precisare comunque, che chiunque può salvare una vita, anche senza competenze, con il solo ausilio del defibrillatore e delle indicazioni telefoniche della centrale del 118.

L’APP è sicuramente un grosso valore aggiunto per facilitare questo processo che deve essere gestito in tempi rapidissimi:

  • Segnala la presenza di una persona in arresto cardiaco nelle vicinanze, la geolocalizza e ne indica il tempo per raggiungere
  • Segnala il defibrillatore più vicino
  • A loro volta i soccorritori sanno che si è attivato un first responder

E’ un grandissimo piacere poter raccontare fatti come questi, che testimoniano i grandi passi avanti che stiamo facendo nel nostro paese in tema di cardioprotezione!

Contattaci se desideri ulteriori informazioni in merito

    Blog
    DAE/Cardioprotezione

    Arresto cardiaco in Europa: dati statistici e implicazioni cliniche

    Scopri di più

    Blog
    Cronaca

    L’inflencer e content creator Davide Patron in arresto cardiaco, salvato con il defibrillatore

    Scopri di più

    Blog
    Eventi

    Emd112® sponsor tecnico di Agility Dog e BLSD, con Marco Squicciarini e Massimo Perla

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    Arresto Cardiaco: Chiara Fornasari salvata dal DAE

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    DAE e Cardioprotezione

    In Europa si verificano ogni anno circa 400mila arresti cardiaci (60mila in Italia) e si stima […]

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Donato il defibrillatore alla persona salvata nel 2018 in piscina a Ancona

    Scopri di più
    Tra gli altri
    ci hanno scelto
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza

    I migliori prodotti
    La Migliore assistenza

    Offrire una seconda chance di vita a coloro che sono stati colpiti da arresto cardio-circolatorio proponendo e distribuendo in tutta Italia i defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

    Resistenza

    Protezione IP56

    Affidabilità

    8 anni di garanzia

    Tecnologia

    DAE portatili extra-ospedaliero

    Potenza

    Massimo energia 360J

    Semplicità

    Avvisi visuali e vocali

    Convenienza

    Minor costo di manutenzione

    Innovazione

    Connettività Wi-fi

    Assistenza

    Aggiornamenti gratuiti via USB