EMD112 - Prodotti e Formazione Salvavita

Immagine rappresentativa

Bari, ragazzo di 18 anni in arresto cardiaco a scuola salvato dal defibrillatore

Infermiera e sanitari del 118 hanno salvato il 18enne in un istituto scolastico del comune di Altamura

Un ragazzo di 18 anni ha avuto un arresto cardio-circolatorio durante l’ora di educazione fisica mentre si trovava a scuola, un istituto tecnico del comune Altamura, in provincia di Bari.

L’insegnante ha subito prestato il primo soccorso, ed ha messo il ragazzo in posizione laterale di sicurezza, al fine di ridurre il rischio di soffocamento.

Una volta giunti i mezzi di soccorso avanzato del 118, allertati subito al verificarsi dell’episodio, l’infermiera a bordo dell’autoambulanza ha avviato le manovre RCP (Rianimazione Cardio Polmonare), coadiuvata anche dai sanitari dell’auto medica arrivati poco dopo.

E’ stato quindi impiegato il monitor defibrillatore (defibrillatore avanzato a solo uso di sanitari e per alcune funzione anche ai volontari dell’emergenza) ed erogata la scarica che ha salvato la vita al ragazzo.

Una volta fuori pericolo, il 18enne è stato successivamente trasferito presso l’Ospedale Perinei per accertamenti, risultati negativi, ed in seguito trasferito all’Ospedale San Paolo.
Un’altra giovane vita salvata da arresto cardiaco improvviso, ancora una volta verificatosi a scuola, luogo dove un ragazzo passa mediamente ¼ del suo tempo nei giorni feriali.

Il 28 Luglio 2021 è stata approvata la legge n°116, che regolamenta la progressiva diffusione e utilizzo dei DAE, anche se non ne impone al momento l’obbligo, come avviene per società e associazioni sportive dilettantistiche e professionistiche.

La dotazione dei DAE è quindi fortemente raccomandata per:

  1. Pubblica Amministrazione, con almeno 15 dipendenti, tra cui: scuole di ogni ordine e grado, uffici pubblici, luoghi pubblici, etc..;
  2. Aeroporti;
  3. Stazioni ferroviarie;
  4. Porti marittimi;
  5. Mezzi di trasporto che effettuano tratte senza soste di almeno 2 ore;
  6. Servizi di trasporto extra-urbani in concessione.

Nel caso dello studente di Altamura è stato possibile salvare lavita, ma non sempre è così, anzi.

Il tempo utile per salvare una vita da arresto cardiaco è di pochissimi minuti, solo i primi 5 minuti dall’evento sono veramente utili per salvare il soggetto senza che riscontri complicanze dovute all’ipossia (mancanza di afflusso sanguigno, con conseguente mancanza di ossigenazione al cervello, organi e tessuti), mentre nei successivi minuti il rischio di conseguenze neurologiche è elevato.

Ogni minuto che passa le chance di salvare 1 vita calano del 10%. Anche i secondi sono preziosi.

E’ tuttavia bene precisare che, nel caso di manovre RCP effettuate in modo estremamente efficacie, da parte di operatori particolarmente esperti e preparati, queste tempistiche possono aumentare molto.

Dal verificarsi di un evento di arresto cardiaco, sarà necessario del tempo per comprendere la gravità della situazione da parte dei presenti, allertare il 118, consentire ai soccorritori di raggiungere il paziente e avviare le manovre salvavita con l’impiego del defibrillatore.
Si capisce quindi che nella quasi totalità dei casi, siamo oltre i tempi realmente utili.

Per questo diviene fondamentale che il defibrillatore sia già presente negli istituti scolastici e che il personale avvii da subito le manovre BLSD prima ancora dell’arrivo dei sanitari.

L’augurio è quindi che sempre più scuole seguano queste raccomandazioni, si dotino di defibrillatori e formino con corsi di primo soccorso e BLSD il personale scolastico.

 

Fonti:
https://bari.ilquotidianoitaliano.com/cronaca/2021/11/news/altamura-18enne-in-arresto-cardiaco-durante-educazione-fisica-infermiera-gli-salva-la-vita-339352.html/
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Altamura-Arresto-cardiaco-a-scuola-durante-ora-di-educazione-fisica-118-salva-18enne-7f1e58c0-85f1-4b1a-a777-9a841e1586bb.html

Contattaci se desideri ulteriori informazioni in merito

    Blog
    Guide

    Linee guida rcp blsd aggiornate

    Per sanitari e soccorritori attivi nell’emergenza medica, è importante avere chiare le linee guida di riferimento […]

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    Ragazzo di 16 anni colpito da arresto cardiaco

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    Arresto cardiaco durante Roma-Spezia

    Paura in Curva Sud nel corso di Roma-Spezia dove un tifoso di 23 anni infatti è stato […]

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    Arresto Cardiaco: Chiara Fornasari salvata dal DAE

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    DAE e Cardioprotezione

    In Europa si verificano ogni anno circa 400mila arresti cardiaci (60mila in Italia) e si stima […]

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Donato il defibrillatore alla persona salvata nel 2018 in piscina a Ancona

    Scopri di più
    Tra gli altri
    ci hanno scelto
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza

    I migliori prodotti
    La Migliore assistenza

    Offrire una seconda chance di vita a coloro che sono stati colpiti da arresto cardio-circolatorio proponendo e distribuendo in tutta Italia i defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

    Resistenza

    Protezione IP56

    Affidabilità

    8 anni di garanzia

    Tecnologia

    DAE portatili extra-ospedaliero

    Potenza

    Massimo energia 360J

    Semplicità

    Avvisi visuali e vocali

    Convenienza

    Minor costo di manutenzione

    Innovazione

    Connettività Wi-fi

    Assistenza

    Aggiornamenti gratuiti via USB