EMD112 - Prodotti e Formazione Salvavita

Defibrillatore: quali controlli effettuare

È l’unico apparecchio salvavita in grado di riavviare il cuore di chi viene colpito da arresto cardiaco e dallo scorso anno è diventato obbligatorio per ogni centro sportivo averne uno. È il defibrillatore. Trovarsene uno a portata di mano è diventato di fondamentale importanza, soprattutto se si considera che nella maggior parte dei casi il 70% delle morti cardiache improvvise si verifica fuori da un ospedale.
Scegliere e acquistare defibrillatori è oggi semplice, grazie alla presenza sul mercato di diverse tipologie che prevedono l’utilizzo anche da parte di soccorritori non esperti.
Ma una volta acquistato a quali controlli è necessario sottoporre un defibrillatore perché sia sempre al massimo dell’efficienza?
Un’analisi della FDA americana pubblicata sugli Annals of Emergency Medicineha ha dimostrato che ben 1284 DAE in 15 anni non hanno funzionato correttamente per cause da imputarsi a manutenzione mancata o erronea.

Fermo restando che si deve, sempre e comunque, controllare che la presenza del DAE sia segnalata in conformità agli obblighi di legge e che l’apparecchio sia effettivamente disponibile, i controlli necessari al suo corretto funzionamento possono essere suddivisi come segue:

Controlli che la macchina effettua da sé: ogni marca ed ogni modello di DAE effettuano analisi automatiche periodiche a cadenze regolari per collaudare i circuiti più importanti e la stato di carica della batteria, di fatto assicurandosi che la macchina sia in grado di scaricare efficacemente qualora se ne presentasse il bisogno. Se viene rilevato un problema, compare il simbolo di manutenzione fino a che non si procede alla manutenzione straordinaria;

Manutenzione ordinaria, che – di solito – può essere effettuata da personale non tecnico: consiste nel controllare che il DAE sia integro, che la spia di malfunzionamento non sia accesa e che non si approssimi la data di scadenza dei consumabili;

Manutenzione straordinaria, che viene eseguita periodicamente da un tecnico incaricato, nei casi in cui la macchina segnali il malfunzionamento, sia disponibile una versione più aggiornata del software, oppure subito dopo il suo uso.

 

Contattaci se desideri ulteriori informazioni in merito

Blog
Cronaca

A partire dal 1° dicembre 2020 attivo in Toscana il NUE112

Scopri di più

Blog
Cronaca

Diego Armando Maradona è morto per arresto cardiaco

Scopri di più

Blog
Cronaca

Arresto cardiaco durante la partita di beach volley, salvato dal defibrillatore

Scopri di più

Blog
Donazione defibrillatori

Donato il defibrillatore alla persona salvata nel 2018 in piscina a Ancona

Scopri di più

Blog
Donazione defibrillatori

Roma, donato il defibrillatore a FISE per il collega salvato da arresto cardiaco, che lo ha destinato alla cardioprotezione del suo condominio

Scopri di più

Blog
Beneficienza

Cecchini Cuore: 100 defibrilaltori donati, 480 installati e 12 persone salvate. Supporta anche tu la onlus

Scopri di più
Tra gli altri
ci hanno scelto
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza
Referenza

I migliori prodotti
La Migliore assistenza

Offrire una seconda chance di vita a coloro che sono stati colpiti da arresto cardio-circolatorio proponendo e distribuendo in tutta Italia i defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

Resistenza

Protezione IP56

Affidabilità

8 anni di garanzia

Tecnologia

DAE portatili extra-ospedaliero

Potenza

Massimo energia 360J

Semplicità

Avvisi visuali e vocali

Convenienza

Minor costo di manutenzione

Innovazione

Connettività Wi-fi

Assistenza

Aggiornamenti gratuiti via USB