EMD112 - Prodotti e Formazione Salvavita

Immagine rappresentativa

Ciclismo: Jeroen Goeleven morto nel sonno come Astori

Trovato privo di vita dal padre nel suo letto, dieci giorni fa aveva vinto il titolo di campione del Limburgo dilettanti a cronometro. Aperta un’inchiesta per chiarire le cause del decesso. Un dramma che ricorda la recente morte del capitano della Fiorentina Astori.

 

Dopo la morte del 23enne Michael goolaerts durante la Parigi-Roubaix, un’altra tragedia ha colpito il ciclismo belga.

Jeroen Goeleven, 25 anni, tesserato per lo Snake Cycling Team, è stato trovato senza vita nella sua stanza. Giusto pochi giorni fa, precisamente il 7 aprile, aveva conquistato il titolo di campione del Limburgo dilettanti nella cronometro.

Il giovane è stato trovato morto nel letto della sua camera dal padre Danny, che ha poi dato la notizia su Facebook: “La nostra famiglia è distrutta, ho trovato nostro figlio nella sua stanza senza vita, è incomprensibile”.

“Non c’è alcun segnale che possa far pensare a un suicidio, un altro giovane corridore molto motivato perde la vita per ragioni sconosciute”, hanno scritto L’Equipe e i media belgi.

Le cause del decesso, comunque, non sono ancora state chiarite. Il Tribunale ha aperto un’inchiesta, anche se la polizia locale propende per una morte dovuta a cause naturali.

Goeleven, che per due stagioni (2014 e 2015) aveva gareggiato nella formazione Continental della Colba-Superano Ham per poi tornare a correre da dilettante, domenica aveva preso parte a una prova interclub di Boutersem.

Il dramma del giovane atleta belga richiama alla mente la tragedia che di recente ha toccato lo sport italiano: la morte di Davide Astori, il 31enne capitano della Fiorentina e difensore della Nazionale, trovato senza vita lo scorso 4 aprile nella sua stanza di un albergo di Udine, dove si trovava con la squadra per la partita di serie A che i viola avrebbero dovuto disputare quel giorno contro la formazione friulana.

Chissà se anche Goeleven è morto a causa di un arresto cardiaco.


Fonte articolo: http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2018/04/18/news/ciclismo_ancora_in_lutto_morto_nel_sonno_il_25enne_belga_jeroen_goeleven-194192137/
Contattaci se desideri ulteriori informazioni in merito

    Blog
    Cronaca

    Danimarca-Finlandia, Christian Eriksen ha un arresto cardiaco in campo

    Scopri di più

    Blog
    Cronaca

    Donna di 37 anni salvata grazie a 75 minuti di massaggio cardiaco

    Scopri di più

    Blog
    Eventi

    Rete Emergenze ODV: Corso BLS-D 19 giugno e PBLS-D 20 giugno – Roma

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Donato il defibrillatore alla persona salvata nel 2018 in piscina a Ancona

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Roma, donato il defibrillatore a FISE per il collega salvato da arresto cardiaco, che lo ha destinato alla cardioprotezione del suo condominio

    Scopri di più

    Blog
    Beneficienza

    Cecchini Cuore: 100 defibrilaltori donati, 480 installati e 12 persone salvate. Supporta anche tu la onlus

    Scopri di più
    Tra gli altri
    ci hanno scelto
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza

    I migliori prodotti
    La Migliore assistenza

    Offrire una seconda chance di vita a coloro che sono stati colpiti da arresto cardio-circolatorio proponendo e distribuendo in tutta Italia i defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

    Resistenza

    Protezione IP56

    Affidabilità

    8 anni di garanzia

    Tecnologia

    DAE portatili extra-ospedaliero

    Potenza

    Massimo energia 360J

    Semplicità

    Avvisi visuali e vocali

    Convenienza

    Minor costo di manutenzione

    Innovazione

    Connettività Wi-fi

    Assistenza

    Aggiornamenti gratuiti via USB