EMD112 - Prodotti e Formazione Salvavita

Arresto cardiaco: altri due casi in quest’ultimo weekend

L’arresto cardiaco ha colpito altre due persone in quest’ultimo weekend: una donna di 55 anni e un bambino di 6. Diversa la prognosi per i due pazienti.

La donna si è sentita male in uno studio medico associato a Roseto, provincia di Teramo. All’improvviso, infatti, la 55-enne si è accasciata al suolo senza dare segni di vita, colpita da arresto cardiaco.

Fortunatamente, però, nello studio medico era stato posizionato un defibrillatore semiautomatico esterno. Soccorsa tempestivamente mediante l’utilizzo del DAE, la donna ha ripreso quasi subito conoscenza. Una volta arrivati i soccorsi, la donna è stata stabilizzata e trasportata d’urgenza all’ospedale più vicino. Al momento è ricoverata in gravi condizioni, ma non è in pericolo di vita.

Diverso, purtroppo, il caso di un bambino di  6 anni che sta lottando tra la vita e la morte da sabato mattina, quando è stato colto da un malore mentre faceva il bagno nella piscina del parco acquatico Scivosplash, appena fuori Latina. Il defibrillatore non era presente.

All’interno della struttura, però, era presente un medico. Egli ha praticato un lungo massaggio cardiaco al bambino fino all’arrivo dei soccorsi. Poco dopo, il piccolo è stato trasferito in Elisoccorso all’Ospedale Bambino Gesù, in condizioni gravissime. Pare che la causa del malore sia stata una congestione, ma si sta ancora indagando sull’accaduto.

Duole dover ricordare, in questo caso, che la presenza di un defibrillatore automatico esterno all’interno del parco acquatico avrebbe potuto fare la differenza.

Contattaci se desideri ulteriori informazioni in merito

    Blog
    Cronaca

    Danimarca-Finlandia, Christian Eriksen ha un arresto cardiaco in campo

    Scopri di più

    Blog
    Cronaca

    Donna di 37 anni salvata grazie a 75 minuti di massaggio cardiaco

    Scopri di più

    Blog
    Eventi

    Rete Emergenze ODV: Corso BLS-D 19 giugno e PBLS-D 20 giugno – Roma

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Donato il defibrillatore alla persona salvata nel 2018 in piscina a Ancona

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Roma, donato il defibrillatore a FISE per il collega salvato da arresto cardiaco, che lo ha destinato alla cardioprotezione del suo condominio

    Scopri di più

    Blog
    Beneficienza

    Cecchini Cuore: 100 defibrilaltori donati, 480 installati e 12 persone salvate. Supporta anche tu la onlus

    Scopri di più
    Tra gli altri
    ci hanno scelto
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza

    I migliori prodotti
    La Migliore assistenza

    Offrire una seconda chance di vita a coloro che sono stati colpiti da arresto cardio-circolatorio proponendo e distribuendo in tutta Italia i defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

    Resistenza

    Protezione IP56

    Affidabilità

    8 anni di garanzia

    Tecnologia

    DAE portatili extra-ospedaliero

    Potenza

    Massimo energia 360J

    Semplicità

    Avvisi visuali e vocali

    Convenienza

    Minor costo di manutenzione

    Innovazione

    Connettività Wi-fi

    Assistenza

    Aggiornamenti gratuiti via USB