EMD112 - Prodotti e Formazione Salvavita

Immagine rappresentativa

Ritmi defibrillabili e non defibrillabili

Un dettaglio utile da sapere, ma nessuna paura, li riconosce in automatico il defibrillatore

La defibrillazione è un trattamento salvavita utilizzato per ristabilire il ritmo cardiaco normale in situazioni di emergenza come la fibrillazione ventricolare e la tachicardia ventricolare senza polso. Tuttavia, non tutti i ritmi cardiaci sono “defibrillabili”. Questo articolo esplora i ritmi che sono defibrillabili, la fisiologia che li sottende, e le linee guida per la defibrillazione.

Prima di affrontare i ritmi defibrillabili e i ritmi non defibrillabili, è utile sapere quale è il ritmo cardiaco normale.

Il ritmo sinusale

Il ritmo sinusale è il ritmo cardiaco normale e fisiologico generato dal nodo del seno, anche conosciuto come nodo senoatriale (NSA), situato nell’atrio destro del cuore. Questo nodo funge da pacemaker naturale del cuore ed è responsabile per l’iniziazione degli impulsi elettrici che portano alla contrazione cardiaca.
Un ritmo sinusale è caratterizzato da:

  • Frequenza Cardiaca: 60-100 battiti al minuto negli adulti.
  • Ritmo Regolare: Gli intervalli tra gli impulsi sono costanti.
  • Onda P: Ogni battito è preceduto da un’onda P normale, che rappresenta la depolarizzazione atriale.
  • Rapporto P:QRS: Ogni onda P è seguita da un complesso QRS, che rappresenta la depolarizzazione ventricolare.

Nel nodo del seno, le cellule specializzate generano spontaneamente impulsi elettrici. Questi impulsi viaggiano attraverso le vie di conduzione atriali fino ai ventricoli, portando alla contrazione sequenziale degli atri e dei ventricoli. Questo meccanismo assicura un riempimento e uno svuotamento efficienti dei ventricoli, e quindi una circolazione efficace del sangue nell’organismo.
Il ritmo sinusale è quindi il ritmo “di base” contro cui altre aritmie vengono diagnosticate. La presenza di un ritmo sinusale è generalmente un segno di un sistema di conduzione cardiaco funzionante in modo appropriato.

Tuttavia, un ritmo sinusale può essere alterato in varie condizioni patologiche, incluse:

  • Tachicardia sinusale: Frequenza cardiaca superiore a 100 battiti al minuto.
  • Bradicardia sinusale: Frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti al minuto.

Che cosa sono i ritmi defibrillabili?

I ritmi defibrillabili sono specifici tipi di aritmie cardiache che rispondono positivamente all’applicazione di uno shock elettrico attraverso il defibrillatore. Le aritmie più comunemente defibrillabili sono:

  1. Fibrillazione ventricolare (FV)
  2. Tachicardia ventricolare senza polso (TV)

Fibrillazione ventricolare

La fibrillazione ventricolare è una condizione in cui il ventricolo si contrae in modo disorganizzato, rendendo il cuore incapace di pompare il sangue in modo efficace. La FV è il ritmo defibrillabile più comune ed è spesso fatale se non trattata immediatamente con defibrillazione.

Fisiologia della FV
In condizioni di FV, l’attività elettrica del ventricolo è caotica. Non c’è una contrazione coordinata, e quindi il cuore non può pompare sangue. Questo stato è generalmente irreversibile senza intervento esterno come la defibrillazione.

Tachicardia ventricolare senza polso

La tachicardia ventricolare (TV) è un’altra forma di aritmia che può essere defibrillabile se non accompagna un polso efficace. In questa condizione, il ventricolo batte molto rapidamente ma in modo coordinato, il che può anche portare a un’inadeguata perfusione del sangue.

Fisiologia della TV
Nella TV, un punto focale nel ventricolo inizia a scaricare impulsi a una velocità estremamente elevata. Anche se le cellule del miocardio sono eccitate in un modo più organizzato rispetto alla FV, la frequenza elevata compromette la capacità del cuore di riempirsi e svuotarsi adeguatamente.

Defibrillazione

Il processo di defibrillazione implica l’uso di uno shock elettrico per interrompere l’aritmia e consentire al pacemaker naturale del cuore di ripristinare un ritmo normale. Il successo della defibrillazione è più alto quando applicato il prima possibile dopo l’insorgenza dell’aritmia.

Linee Guida per la Defibrillazione:

  • Valutazione rapida del paziente e conferma del ritmo defibrillabile tramite ECG.
  • Uso immediato di un defibrillatore per somministrare uno shock elettrico.
  • Follow-up con farmaci antiaritmici e ulteriori cure mediche.

La comprensione dei ritmi defibrillabili è fondamentale per gli operatori sanitari e il personale di emergenza. La fibrillazione ventricolare e la tachicardia ventricolare senza polso sono le due principali aritmie che richiedono un intervento defibrillatorio immediato per prevenire la morte cardiaca improvvisa. Ogni secondo conta quando si tratta di defibrillazione, quindi è imperativo agire rapidamente e in modo efficace per salvare vite umane.

Contattaci se desideri ulteriori informazioni in merito

    Blog
    DAE/Cardioprotezione

    Formazione BLSD accessibile e con la soluzione HeartSine vTrainer

    Scopri di più

    Blog
    DAE/Cardioprotezione

    Differenza tra acquisto del DAE e progetto di cardioprotezione

    Scopri di più

    Blog
    Cronaca

    Arresto cardiaco dopo la partita di padel, salvato dai presenti e dall’impiego tempestivo del DAE

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    Arresto Cardiaco: Chiara Fornasari salvata dal DAE

    Scopri di più

    Blog
    Blog

    DAE e Cardioprotezione

    In Europa si verificano ogni anno circa 400mila arresti cardiaci (60mila in Italia) e si stima […]

    Scopri di più

    Blog
    Donazione defibrillatori

    Donato il defibrillatore alla persona salvata nel 2018 in piscina a Ancona

    Scopri di più
    Tra gli altri
    ci hanno scelto
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza
    Referenza

    I migliori prodotti
    La Migliore assistenza

    Offrire una seconda chance di vita a coloro che sono stati colpiti da arresto cardio-circolatorio proponendo e distribuendo in tutta Italia i defibrillatori DAE semiautomatici esterni.

    Resistenza

    Protezione IP56

    Affidabilità

    8 anni di garanzia

    Tecnologia

    DAE portatili extra-ospedaliero

    Potenza

    Massimo energia 360J

    Semplicità

    Avvisi visuali e vocali

    Convenienza

    Minor costo di manutenzione

    Innovazione

    Connettività Wi-fi

    Assistenza

    Aggiornamenti gratuiti via USB